My Czech Republic Home
Cerca su My Czech Republic

 Forum Member Login

 Come usare il forum  Check your private messagesCheck your private messages  Profile  Search Forums  FAQ  Aiuto  Chat

Register for free!

Karel Teige
Go to page Previous  1, 2, 3, 4  Next
 
Post new topic   Reply to topic    Forum Index -> Varie (relative alla Repubblica Ceca)
View previous topic :: View next topic  
Author Message
Ulisse
Senior Member


Joined: 02 Feb 2006
Posts: 570
Location: Italia

PostPosted: 22-Apr-09 19:11  Reply with quote

Ciao a tutti Very Happy
Vedo che ultimamente il lato culturale del forum, per mesi svanito, sta tornando nuovamente alla ribalta! Bene cosi'!
In questi giorni sto leggendo con molta attenzione tutti i vostri interventi e, sinceramente, devo dire che e' difficile per me comprendere tutto.
Non perche' le cose siano scritte male, anzi...le informazioni che proponete sono veramente ben documentate e ben scritte!
Purtroppo il mio cervello non e' abituato a masticare simili cose ed in questi casi la mia ignoranza su certi argomenti viene fuori in tutta la sua enormita' Sad
Tuttavia ho letto con piacere il tutto e, grazie a voi, inizio a conoscere i vari protagonisti della cultura ceca negli anni.
Una domanda mi ronza per la testa e ve la pongo. Ma, sinceramente, non so se l'argomento sia gia' stato affrontato...
Mi chiedevo se il regime comunista in repubblica ceca (ma anche in altri paesi) abbia negli anni favorito in qualche modo l'attivita' culturale di questi personaggi (cercando ovviamente di pilotarla in qualche modo verso la ideologia comunista). Oppure queste grandi menti sono state continuamente frenate nel loro operato?
Back to top
View user's profile Send private message
pierre
Senior Member


Joined: 31 Jul 2005
Posts: 1120
Location: italia

PostPosted: 22-Apr-09 19:20  Reply with quote

Quote:
Mi chiedevo se il regime comunista in repubblica ceca (ma anche in altri paesi) abbia negli anni favorito in qualche modo l'attivita' culturale di questi personaggi (cercando ovviamente di pilotarla in qualche modo verso la ideologia comunista). Oppure queste grandi menti sono state continuamente frenate nel loro operato?


Per quanto riguarda l' Unione Sovietica, direi di si, però fino agli 30 o poco piu', poi la NEP (che era la nuova politiica economica sovietica) che richiedeva elettrificazione ed industrializzazione sopra ogni cosa e di conseguenza un obbedienza assoluta non permise piu' movimenti culturali che deviassero dalla parola d'ordine "Industrializzazione ad ogni costo".

Nelle altre nazioni il comunismo non era la governo e quindi le avanguardie continuarono ad esistere almeno sino all' avvento della Seconda Guerra mondiale.

Se resistete, nella terza o quarta puntata vi svelero' come se la passò Karel Teige dopo l' avvento del comunismo in Cekia.
Back to top
View user's profile Send private message
martina72
Senior Member


Joined: 02 Apr 2008
Posts: 1048

PostPosted: 23-Apr-09 15:07  Reply with quote

x Ulisse

ciao e bentornato! Razz
sono molto contenta che sei interessato all'argomento.


Last edited by martina72 on 23-Apr-09 16:03; edited 1 time in total
Back to top
View user's profile Send private message
martina72
Senior Member


Joined: 02 Apr 2008
Posts: 1048

PostPosted: 23-Apr-09 15:21  Reply with quote

tornando su Teige....

chi di voi fosse interessato può farsi una passeggiata a Praha 5 - Smichov
e lì in via U Šalamounky si trova la sua casa



Teige amava il funzionalismo a tal punto che chiese al suo amico architetto Jan Gillar di costruirgli una casa in questo stile. Il progetto della villa è stato realizzato tenendo conto delle opinioni di Teige sull’architettura. Le soluzioni razionali degli interni hanno determinato la facciata geometricamente rigida.
Molto interessanti sono gli studi di Teige sul concetto di abitare. Era contrario alle case individuali che considerava un lusso associale, rifiutava il matrimonio, il convivere famigliare e persino le stanze matrimoniali. Secondo lui, la soluzione ideale era vivere nelle case collettive dove ogni inquilino avrebbe a disposizione una cabina per dormire e il resto della vita sociale dovrebbe svolgersi negli spazi comuni.
La famiglia come istituzione sociale sarebbe sostituita con società di individui singoli.
Gillar progettava questi palazzi collettivi, ispirandosi e collaborando con Teige.

Per oggi mi fermo qui ma penso che aprirò un topic nuovo su questo argomento perchè la Cecoslovacchia era tra gli stati europei più moderni del periodo tra le due guerre mondiali dal punto di vista architettonico. Ed è importante sapere che là fino ad oggi possiamo osservare le costruzioni e le soluzioni urbanistiche determinanti per sviluppo dell’architettura contemporanea.
Back to top
View user's profile Send private message
pierre
Senior Member


Joined: 31 Jul 2005
Posts: 1120
Location: italia

PostPosted: 23-Apr-09 18:10  Reply with quote

Martina sei stata fantastica, il tuo post e la foto della casa di Teige sono super.
Hai illustrato benissimo la teoria architettonica di Teige fornendoci delle informazioni basilari. Il tuo proposito di affrontare l' architetturain cekia e' particolarmente intrigante, sono qui che aspetto con iteresse il tuo primo post sull' argomento.
Non la conosco tantissimo, anzi pochissimo, perchè mi sono occupato maggiormente di altre cose. Quindi questo nuovo argomento e' particolarmente gradito.
Credo che sia da tutti sottoscrivibile che una panoramica cosi' ampia e variegata sulla storia, cultura e raltà ceka (passata e moderna) sia difficilmente rintracciabile in altri siti del web. Molto e dovuto a chi scrive e a chi partecipa alle discussioni, naturalmente.

Aspetto con ansia un commento di Ulisse; mi piacerebbe sapere da lui se il dormire in uno striminzito lettino in una striminzita stanzetta lo avrebbe gratificato.
Per maggiormente invogliarlo, allego una foto dove si possono ammirare alcuni mobili in puro stile funzionalista che avrebbe potuto utilizzare per arredarla.


Back to top
View user's profile Send private message
martina72
Senior Member


Joined: 02 Apr 2008
Posts: 1048

PostPosted: 24-Apr-09 16:17  Reply with quote

Pierre, ti ringrazio per tutti questi complimenti che mi fai e prometto che cercherò di sbrigarmi con la "lezione" sull' architettura ceca. Ci sono così tanti argomenti interessantissimi da presentare che veramente non sò da dove cominciare. Sono davvero stupita che questo tema non è mai stato affrontato sul forum! Forse perchè dopo un lungo periodo di dittatura ci siamo dimenticati che Praga (e la Cecoslovacchia in generale) era il centro del modernismo dell’Europa centrale e la patria di eccellenti architetti, artisti e progettisti del XX secolo.

Negli ultimi anni, l’architettura modernista ceca e l’interior design stanno riemergendo e riacquistando l’attenzione che meritano grazie anche alle numerose esposizioni. Per esempio proprio in questi giorni a Olomouc si sta svolgendo una mostra straordinaria che presenta una ricca collezione dei lavori di Karel Teige, soprattutto delle sue opere tipografiche ma anche i libri, pubblicazioni, i collage. La mostra finisce a giugno quindi avete ancora tempo per vederla! Smile
http://zpravodajstvi.olomouc.cz/clanky/Muzeum-predstavi-Karla-Teigeho-jako-typografa-11211
Back to top
View user's profile Send private message
pierre
Senior Member


Joined: 31 Jul 2005
Posts: 1120
Location: italia

PostPosted: 24-Apr-09 17:33  Reply with quote

Grazie per l' informazione, Olomuc e' una città molto bella ma un po distante da Praga. Cercherò di organizzarmi ed andare in loco.
Per chiunque volesse incrementare le proprie cognizioni sul modernismo ceko mi permetto di consigliare un libro curato da Zdenek Primus: "Tschechische Avantgarde 1922-1940. Reflexe europäischer Kunst und Fotografie in der Buchgestaltung", 1990
E' in lingua tedesca ma le foto non hanno bisogno di traduzione.
Zdnek Primus, sono quasi sicuro, e' il maggior esperto di questo periodo.
Back to top
View user's profile Send private message
Ulisse
Senior Member


Joined: 02 Feb 2006
Posts: 570
Location: Italia

PostPosted: 26-Apr-09 20:10  Reply with quote

Beh, non posso condividere in tutto e per tutto il concetto di abitare che aveva Teige. Era veramente troppo particolare.
Certo pero' che, vedendo persone con villoni da sogno e dimore grandiose e poi, di contro, vedere famiglie che non hanno nemmeno i soldi per pagare un affitto, un po' di rabbia mi viene.
Beh, non prendetemi per comunista sfegatato. Ovvio che qualcuno potrebbe dirmi che le persone che hanno il villone da sogno se lo sono guadagnato con il sudore della fronte.
Ecco, il punto e' questo...quanti di questi presunti lavoratori hanno lavorato tanto da potersi permettere la megacasa? E quanti invece hanno "rubato" a destra ed a manca per poter raggiungere tali livelli?
Per esempio, meriterebbe di più la casa gigante un operaio (o un artigiano, o un impiegato,...) che per anni ha lavorato sodo per "campare" la famiglia ed accumulare un piccolo gruzzolo oppure un politico senza scrupoli che ha rubato a tutto spiano durante la sua carriera politica?
Ma non voglio, con i miei discorsi rivoluzionari, distogliere l'attenzione dall'interessante argomento che state trattando!
Back to top
View user's profile Send private message
martina72
Senior Member


Joined: 02 Apr 2008
Posts: 1048

PostPosted: 27-Apr-09 16:16  Reply with quote

Teige aveva formulato i concetti nuovi di abitare nelle case collettive come tentativo di risolvere la crisi di alloggi e anche perchè il suo sogno era creare delle strutture al servizio della società socialista, desiderava che la società diventasse una grande comunità dove ognuno fa il suo dovere e ha i suoi diritti. Lui aveva una grande fantasia e per questo le sue opere meritano l'attenzione. Dal punto di vista pratico le case collettive sono state un fallimento perchè difficilmente tra gli inquilini si riesce a creare quel senso di appartenenza alla comunità che è necessario per vivere bene. Il comunismo poi si è dimostrato un vero disastro, un'idea utopistica e ipocrita che ha portato solo la povertà e corruzione. L'economia di una società non può basarsi sull'atruismo per di più impostato ma sull'interesse.
Back to top
View user's profile Send private message
pierre
Senior Member


Joined: 31 Jul 2005
Posts: 1120
Location: italia

PostPosted: 27-Apr-09 17:11  Reply with quote

CHI NON OCCUPA, PREOCCUPA !!!!

E' una frase che vidi scritta sui muri qualche tempo fa, ai tempi delle occupazioni delle case sfitte. Grazie Ulisse, hai fatto tornare in mente questo slogan in questi giorni disumani.
Back to top
View user's profile Send private message
Display posts from previous:   
Post new topic   Reply to topic    Forum Index -> Varie (relative alla Repubblica Ceca) All times are GMT
Go to page Previous  1, 2, 3, 4  Next
Page 2 of 4

 
Jump to:  
You cannot post new topics in this forum
You cannot reply to topics in this forum
You cannot edit your posts in this forum
You cannot delete your posts in this forum
You cannot vote in polls in this forum


Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group

Terms and Conditions - Privacy Policy

Copyright © 1998-2012 Local Lingo s.r.o..