Il Natale in Bulgaria.

Pubblicate messaggi relativi a paesi dell'Europa oltre alla Repubblica Ceca.

Moderators: Dana, Lorenzo

User avatar
Elena33
Senior Member
Posts: 91
Joined: 27-Jul-09 11:03
Location: Russia

Il Natale in Bulgaria.

Postby Elena33 » 02-Aug-09 21:56

A differenza della mia patria in Bulgaria il Natale si festeggia il 25 dicembre. Natale (Koleda in bulgaro) è una festa molto sentita nonostante sotto il regime communista fosse vietato celebrarla. In Bulgaria, come da noi, durante l'intero periodo nel quale i communisti erano al potere era vietato celebrare l'evento natalizio, almeno formalmente. In realtà, in tutte le famiglie, nell'intimità della casa, si continuava a seguire le vecchie tradizioni. E stato solo negli anni 90, in seguito ad una decisione parlementare, che il Natale è ridivenuto in Bulgaria una festività ufficialmente riconosciuta. E, diversamente da quanto accade per gli altri popoli di religione ortodossa, viene festeggiato seguendo il calendario giuliano.
Il 24 dicembre rappresenta la fine di un diguino, che, per i praticanti, durava 40 giorni. Dopo che la casa è stata ¨purificata¨ dall'insenso, per far fuggire gli spiriti maligni, si inizia la cena, solitamente panatagruelica.
Anche la sera del 25 è caratterizzata da tradizioni di tutto particolari. Vi si pratica, infatti, il rito nominato ¨koleduvane¨ (come in Ucraina). Ragazzini e ragazzi non ancora sposati, girano di casa in casa cantando canzoni benaugurati per le famiglie che vengono visitate. n cambio ricevono denaro e cibo. La ceremonia termina con una grande festa, anche questa volta caratterizzata da grandi portate di carne.
Naturalmente, le tradizioni vengono seguite e rispettate molto piĂš nei vilaggi che nelle cittĂ . In ogni caso, non bisogna sorprendersi se anche nel pieno centro di grandi cittĂ  i bambini battono alla vostra porta per cantare alcune canzoni natalizie e per farvi gli auguri.
Secondo le credenze popolari dopo Natale iniziano i cosidetti ¨Dodici giorni sporchi¨nei quali forze oscuri girano sulla terra. Per questo si devono rispettare le regole ferme. Tra queste, ad esempio, il divieto per le donne di lavare, filare e tessere. Divieti, che forse, nella società moderna, sono molto piÚ facili da rispettare.
User avatar
pierre
Senior Member
Posts: 1120
Joined: 31-Jul-05 19:50
Location: italia

Postby pierre » 03-Aug-09 7:21

Non c'e' che dire, noi non sentiamo il fascino del calendario ne quello dello scorrere del tempo. Prima io ho parlato della tradizione del frustino pasquale, ora Elena del Natale, e tutto in piena estate.
Mi pare simpatica questa libertà di svincolarsi dai tempi celebrativi canonici.

Elena parla di "forze oscure" che circolano x 12 giorni dopo il Natale, quindi fino alla nostra Epifania più o meno.
Puoi dirci qualcosa di più su queste forze oscure ?

Molto interessante il fatto che per il Natale, in Bulgaria si segue il calendario giuliano e non quello ortodosso; non sapevo questo.

Un altro domanda, in Bulgaria ci sono da un 7-10% di musulmani, retaggio delle invasioni dell Impero Turco, loro che fanno in questo periodo ?
User avatar
Elena33
Senior Member
Posts: 91
Joined: 27-Jul-09 11:03
Location: Russia

Postby Elena33 » 03-Aug-09 19:20

I bulgari hanno adottato il calendario giuliano in 1968 e quindi, seguono la tradizione cattolica. Ecco perchè la Chiesa Ortodossa Russa non va troppo d'accordo con loro. Devo dire che anche l'interno dei loro cattedrali mi fa sempre pensare a quello cattolico. Per esempio, durante la messa noi non possiamo sederci, mentre che loro lo fanno liberamente.
Le forze oscure sono manipolate da Satana. Spiriti maligni, giganti, orchi, streghe e maghi popolano la fanstasia dei bulgari. Secondo loro, escono di una certa Selva Nera. Nessuno ha saputo spiegarmi dove si trovava questa Selva Nera.
Per quanto riguarda i musulmani, non posso dire per tutti. Credo che facciano i loro riti come i loro fratelli a Mosca:) Pero', una mia amica bulgara sposata con un musulmano praticante mi dice che nonostante tutto, suo marito adora festeggiare il Natale sopratutto a causa del pranzo natalizio. Lui fa gli auguri ai suoceri dicendo: ¨Buon Natale, cari...MASHALLAH! :lol: :lol: :lol:
User avatar
pierre
Senior Member
Posts: 1120
Joined: 31-Jul-05 19:50
Location: italia

Postby pierre » 03-Aug-09 20:22

Elena 33.
Le forze oscure sono manipolate da Satana. Spiriti maligni, giganti, orchi, streghe e maghi popolano la fanstasia dei bulgari. Secondo loro, escono di una certa Selva Nera. Nessuno ha saputo spiegarmi dove si trovava questa Selva Nera


Questa parte e' molto interessante, quindi personaggi delle favole classiche si aggirano ancora fra noi !!!
User avatar
Elena33
Senior Member
Posts: 91
Joined: 27-Jul-09 11:03
Location: Russia

Postby Elena33 » 03-Aug-09 20:28

Mi ha partcolarmente colpito il fatto che dopo esser stati ammessi all'Unione Europea, hanno rinforzato la protezione perchĂŠ le forze oscure europee possono unirsi anche loro. :lol: Ma queste siochezze le ho sentite solo nei vilaggi. :wink:
Ulisse
Senior Member
Posts: 570
Joined: 02-Feb-06 22:06
Location: Italia

Postby Ulisse » 05-Aug-09 22:51

Hanno fatto bene a rafforzare le loro protezioni...entrando in europa conosceranno presto una infinita' di forze oscure...ah se le conosceranno! :wink:
User avatar
Elena33
Senior Member
Posts: 91
Joined: 27-Jul-09 11:03
Location: Russia

Postby Elena33 » 05-Aug-09 22:55

Rafforzare... :roll: Chiedo scusa degli interminabili errori... :oops:
User avatar
pierre
Senior Member
Posts: 1120
Joined: 31-Jul-05 19:50
Location: italia

Postby pierre » 06-Aug-09 7:50

visto che in Bulgaria ci sono queste forze oscure a piede libero, tu conosci quali rimedi prenda le gente per difendersi da loro ?

In Italia, mi riferisco alla Liguria, , nel passato (sempre nelle civilta' contadine ed un passato non molto lontano negli anni) per rendersi conto se c'era un malocchio o un problema non razionalmente spiegabile si faceva prima un test.

Il test consisteva nel buttare qualche goccia di olio di oliva in un piatto concavo che conteneva acqua. A seconda delle forma o forme che l' olio disegnava, l' esperta (erano sempre le donne ad avere questo ruolo divinatorio) faceva una diagnosi.
Naturalmente ad una diagnosi poi corrispondeva un rito di qualche tipo.

Ne conosco un po di queste pratiche, alcune sono veramente carine.
Last edited by pierre on 06-Aug-09 20:54, edited 1 time in total.
Ulisse
Senior Member
Posts: 570
Joined: 02-Feb-06 22:06
Location: Italia

Postby Ulisse » 06-Aug-09 20:49

Elena33 wrote:Rafforzare... :roll: Chiedo scusa degli interminabili errori... :oops:


Elena, non devi assolutamente scusarti degli errori! Sono veramente trascurabili. Tu parli molte lingue ed e' normalissimo sbagliare qualche parola.
Pensa invece che ci sono molti italiani che non conoscono altre lingue e che non conoscono nemmeno la loro lingua. Questo si che e' grave :D
Ulisse
Senior Member
Posts: 570
Joined: 02-Feb-06 22:06
Location: Italia

Postby Ulisse » 06-Aug-09 21:08

Anche dalle mie parti (centro Lazio) c'era questo test dell'olio che si tramandava di generazione in generazione. Parlo al passato ma so di certo che in alcune zone di campagna questa usanza e' ancora molto seguita.
Solitamente qui da noi il rito si faceva quando si aveva un improvviso mal di testa. In tal caso si era in presenza di un malocchio. Allora la donna (ma poteva essere anche un uomo) che sapeva togliere questo malocchio recitava mentalmente una particolare formula. Nel frattempo sfiorava con il pollice la fronte della persona colpita dal mal di testa tracciando con i suoi movimenti delle piccole croci.
Terminata la formula, la donna prendeva un piatto colmo d'acqua e vi versava dentro alcune gocce di olio. Se le gocce rimanevano compatte il malocchio non c'era. Se invece si frammentavano o si allargavano c'era il malocchio ma la formula recitata pochi minuti prima aveva provveduto ad eliminarlo.
Non di rado, dopo questo rito, il mal di testa della persona colpita diminuiva ed in alcuni casi spariva completamente.
Beh...niente di misterioso. Credo si trattasse solo di un fenomeno di autosuggestione. Praticamente ci si convinceva a tal punto di essere stati liberati dal malocchio, che si riusciva a far diminuire il mal di testa.

Aggiungo che la formula da recitare a mente non si poteva rivelare ad altre persone. Era possibile pero' insegnarla ad altri solo la notte di Natale.

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 2 guests