My Czech Republic Home
Cerca su My Czech Republic

 Forum Member Login

 Come usare il forum  Check your private messagesCheck your private messages  Profile  Search Forums  FAQ  Aiuto  Chat

Register for free!

Castelli e fortezze della Repubblica Ceca e Slovacca
Go to page Previous  1, 2, 3, 4
 
Post new topic   Reply to topic    Forum Index -> Consigli e suggerimenti per viaggiare
View previous topic :: View next topic  
Author Message
Ulisse
Senior Member


Joined: 02 Feb 2006
Posts: 570
Location: Italia

PostPosted: 02-Nov-10 21:26  Reply with quote

La storia di questo sasso è a me sconosciuta. Attendo il racconto Smile
Back to top
View user's profile Send private message
martina72
Senior Member


Joined: 02 Apr 2008
Posts: 1048

PostPosted: 04-Nov-10 19:35  Reply with quote

Allora...eccomi con il racconto, scusate ma in questi giorni ho problemi con il collegamento internet Evil or Very Mad

Dunque, la leggenda narra che un giorno un sasso grande come la testa di un cavallo cadde con un boato tremendo nel cortile del palazzo creando un cratere enorme. Nello stesso istante il malvagio burgravio che governava Loket sparì nel nulla. Probabilmente è stato parecchio sfigato e la meteora lo ha centrato in pieno, disintegrandolo, ma allora si era giunti alla conclusione che è stato trasformato nel pezzo di roccia per la sua cattiveria.
Ecco la leggenda:
http://cestovani.kr-karlovarsky.cz/it/pronavstevniky/Zajimavosti/Krajvbajichapovestech/Pagine/Loket.aspx

Il burgravio stregato
Tra i burgravi che governarono Loket, il margravio VohburgskĂ˝ fu quello con la reputazione peggiore. Senza pietĂ  costringeva la popolazione ai lavori pesanti, non aveva misericordia per i deboli e i malati, e con la stessa durezza pretendeva la riscossione delle tasse. Chi non era in grado di pagare in tempo veniva crudelmente preso dagli scagnozzi del burgravio, condotto nel castello e condannato alle prigioni sotterranee scavate nella roccia.
A quel tempo, in una casetta fatiscente sulla sponda del fiume Ohře viveva una povera donna che doveva pagare al burgravio una cospicua somma di denaro. Il marito si era ammalato ed era morto; ella stessa era afflitta da una malattia dalla quale non riusciva a guarire. Le rimanevano solo i figli affamati, una casetta vuota e gli occhi per piangere. Confidava solo nell’aiuto divino e nella compassione del margravio, che forse avrebbe pazientato, se lei gli avesse descritto la sua sfortuna…

Era una domenica d’agosto estremamente calda quando la donna si recò a Loket per pregare nella cappella e implorare il burgravio di concederle una grazia. Col bambino in braccio entrò nel castello. Il sudore le grondava dalla fronte ad ogni passo a causa della debolezza dovuta alla malattia e alla miseria. Mentre avanzava accanto all’ampia sala d’ingresso del palazzo, il burgravio entrò nella loggia e osservò imperioso i suoi sudditi piangere innanzi a lui. La donna si fece coraggio, si mise in ginocchio nella polvere e levò la sua preghiera.
L’uomo l’ascoltava a malapena, agitando la mano infastidito: “Non sprecare fiato, devi pagare, altrimenti finirai in galera!”. Con voce rotta, la donna iniziò a gemere e pregare che in nome di Dio avesse pietà di una donna miserabile. Quando capì che il cuore dell’uomo non era stato nemmeno toccato dalle sue parole, presa dalla disperazione puntò il dito contro il burgravio e con voce agitata gli gridò: “Poiché il tuo cuore è di pietra, che possa pietrificarsi tutto il tuo corpo!“
In quel momento, una nube nera coprì il castello. Un tuono rimbombò così forte da far tremare l’intera montagna, e un fulmine penetrò nella loggia in cui si trovava il burgravio. I fedeli che si stavano recando in chiesa si buttarono a terra in preda al terrore, temendo che fosse arrivata la fine del mondo e che quello fosse il giorno del giudizio. Dopo un po’ il cielo si rischiarò, le nubi si diradarono e la tempesta si allontanò senza lasciare alcuna traccia, ad eccezione della loggia del palazzo, da cui proveniva un fumo dall’odore sulfureo, e sul fondo di una fossa creatasi nel terreno c’era un enorme macigno infuocato.

“Il burgravio è stato trasformato in pietra!” gridò la folla sgomentata, correndo verso la chiesa per ringraziare il Signore per averli liberati dal crudele padrone.
Cool Cool Cool

Oggi sappiamo che si tratta di probabilmente la più vecchia meteorite trovata in Europa, che prima di essere frammetata pesava 107 kg. Alcuni pezzi oggi si trovano allo Museo Nazionale di Praga, il frammento più grande è a Vienna.

Back to top
View user's profile Send private message
pierre
Senior Member


Joined: 31 Jul 2005
Posts: 1120
Location: italia

PostPosted: 05-Nov-10 6:09  Reply with quote

Molto bella questa leggenda, mi è piaciuta proprio tanto Very Happy . Starebbe bene anche nella sezione leggende.
Se non ti costa troppa fatica duplicala in quel topic. E' un simpatico ed interessante contributo che rende sempre piĂą interessante la materia del folklore cecoslovacco.
Back to top
View user's profile Send private message
martina72
Senior Member


Joined: 02 Apr 2008
Posts: 1048

PostPosted: 05-Nov-10 7:45  Reply with quote

Bella idea! Fatto Very Happy
Back to top
View user's profile Send private message
Ulisse
Senior Member


Joined: 02 Feb 2006
Posts: 570
Location: Italia

PostPosted: 05-Nov-10 21:33  Reply with quote

Bellissimo racconto! Grazie per averlo postato Smile
Back to top
View user's profile Send private message
Display posts from previous:   
Post new topic   Reply to topic    Forum Index -> Consigli e suggerimenti per viaggiare All times are GMT
Go to page Previous  1, 2, 3, 4
Page 4 of 4

 
Jump to:  
You cannot post new topics in this forum
You cannot reply to topics in this forum
You cannot edit your posts in this forum
You cannot delete your posts in this forum
You cannot vote in polls in this forum


Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group

Terms and Conditions - Privacy Policy

Copyright © 1998-2012 Local Lingo s.r.o..