Erasmus a Praga!!

Per gli stranieri che vivono in Repubblica Ceca o per chi considera di trasferirsici.

Moderators: Dana, Lorenzo

mgbruno3
New Member
Posts: 1
Joined: 23-Apr-06 17:38
Location: Italia

Erasmus a Praga!!

Postby mgbruno3 » 23-Apr-06 17:47

Ciao ragazzi! Ad ottobre parto per l'Erasmus a Praga ed ho un sacco di domande...
Qual è secondo voi la linea aerea più conveniente per i viaggi Roma-Praga?
Conoscete l'università Karlova? Io dovrei andare a seguire dei corsi di legge lì...
E' cara la vita? A giudicare dal prezzo della birra mi sembra piuttosto economica!
Mi conviene prendere un appartamento per fatti miei oppure fare riferimento alle sistemazioni offerte dall'univesità?
CI SI DIVERTE A PRAGA?!?...e questa è la domanda più importante di tutte!!
User avatar
atyka
Senior Member
Posts: 541
Joined: 05-Oct-05 20:35
Location: somewhere in the Czech Rep.

Postby atyka » 24-Apr-06 2:30

Ciao!

Anch'io vado ad ottobre a Praga, anch'io all'Univerzita Karlova, ma io alle lettere 8) Corsi di legge (come i miei) si fanno nel centro, nella zona piu bella, vicino al fiume.

Se hai le risorse, forse ti conviene piú se ti affitti una stanza/un'appartamento. Per i gusti di stranieri le case di studenti... Ma si ci puó vivere, ed e molto divertente, perché molte volte ci sono molti stranieri/Erasmus che di solito hanno i stessi hobby (divertirsi, divertirsi, divertirsi) quindi va molto bene. Se ti affitti una camera, sara piú o meno 4000-7000 CZK (140-240€) al mese, se ti affitti un'appartamento comincia piú o meno a 300 €. Ci sono studenti che vivono di 200 € tutto il mese, quindi per voi Praga é una cittá abbastanza economica. Ma se fai un po' di movida, e dipendendo del tipo di casa, devi contare con ca. 500€, beh, é poco.

Per le linee, fai un po' di ricerca, c'ĂŠ SkyEurope, SmartWings, forse anche altre, ma dipende di quando prenoti, quando voli, ecc. come sempre.
Kris22
Member
Posts: 11
Joined: 20-May-06 16:14

Postby Kris22 » 20-May-06 18:53

Ciao, ho letto i vostri interventi e mi è sorta una curiosità: ma per poter andare a fare l'Erasmus a Praga dovete dimostrare di conoscere ad un livello perlomeno sufficiente la lingua ceca !? Visto che il ceco non è proprio una lingua facilina da quanti anni la state studiando per poter andare a seguire dei corsi di livello universitario in quella lingua?

Quando ho iniziato l'università io (ben 10 anni fa) per poter andare a fare l'Erasmus si doveva dimostrare al prof. di possedere una conoscenza discreta della lingua del paese in questione. Potete immaginare per chi faceva domanda per paesi come l'Ungheria o la Polonia (perchè Francia e Gran Bretagna erano sempre inflazionatissime) come fosse facile studiare da zero lingue del genere........
Io per poter andare in Erasmus in Olanda ho dovuto frequentare per un anno ad un corso di olandese al consolato perchè la facoltà di lingue del mio ateneo non insegnava quella lingua (e permetto che non ero iscitto alla facoltà di lingue) , con obbligo di frequenza all' 80% delle lezioni ed esame finale, attraverso il quale erano gli esaminatori a certificare al prof. responsabile la mia conoscenza dell'olandese.

Ora, mi chiedo io: ma come fa invece oggi uno studente italiano che non sa nemmeno ordinare un caffè in ceco ad andare a seguire dei corsi universitari di chimica o di diritto a Praga? E a riuscire pure a sostenere l'esame ed a prendere un bel voto?

Le cose sono due: o ci sono prof. (nella mia universitĂ  alcuni lo facevano con gli studenti stranieri) che permettono ai ragazzi di prepararsi su libri nella propria lingua e di dare l'esame in inglese, oppure trattano gli studenti erasmus come degli handicappati e gli regalano dei 30 e lode senza che aprano bocca.
cecco angiolieri
Member
Posts: 50
Joined: 29-Feb-04 6:11
Location: Prague
Contact:

Postby cecco angiolieri » 22-May-06 3:15

Le cose sono due: o ci sono prof. (nella mia universitĂ alcuni lo facevano con gli studenti stranieri) che permettono ai ragazzi di prepararsi su libri nella propria lingua e di dare l'esame in inglese, oppure trattano gli studenti erasmus come degli handicappati e gli regalano dei 30 e lode senza che aprano bocca.

direi che ci hai azzeccato!!!

rimane il fatto che mi sto ancora domandando come hanno fatto a prendere la laurea gran parte dei laureati nel meridione di italia..... visto che l'italiano lo ingnorano e lo insultano ripetutamente ogni qual volta che aprono la loro bocca e danno fiato alle trombe!!!
Odi et amo. Quare id faciam, fortasse requiris.
nescio, sed fieri sentio et excrucior.

Gaius Valerius Catullus , Carmen LXXXV.

Che Dio ce la mandi bbona!

Cecco, tutte le volte che va al supermercato!
Kris22
Member
Posts: 11
Joined: 20-May-06 16:14

Postby Kris22 » 22-May-06 11:55

cecco angiolieri wrote:direi che ci hai azzeccato!!!

rimane il fatto che mi sto ancora domandando come hanno fatto a prendere la laurea gran parte dei laureati nel meridione di italia..... visto che l'italiano lo ingnorano e lo insultano ripetutamente ogni qual volta che aprono la loro bocca e danno fiato alle trombe!!!


Me lo chiedo spesso anche io, inoltre mi chiedo come ci possano essere insegnanti di scuola superiore meridionali che non sono in grado di parlare nella lingua che insegnano, o carabinieri che non sono capaci di chiedere la patente in italiano, o peggia ancora giudici (Di Pietro era l'esempio piĂš lampante), o altre importanti cariche dello Stato, che non sono capaci di utilizzare il congiuntivo italiano....

Il punto è che in certe nazioni, se ci si rivolge a qualcuno per la strada si da per scontato che parli la lingua ufficiale della nazione dove vive, in altre (compresa l'Italia) no.
Un mese fa mi è capitato di parlare con alcuni operai in sciopero davanti ad una fabbrica. Guarda caso, nonostante fosse situata nel bel mezzo della pianura padana, gli operai erano tutti o napoletani o extracomunitari.
La cosa che mi ha piÚ colpito è che l'italiano lo parlavano decisamente meglio gli extracomunitari senegalesi che i napoletani. I senegalesi si sforzavano perlomeno di pronunciare bene le parole, i napoletani (lo giuro) non erano in grado di dire una frase corretta di 5 parole in italiano, parlavano solo nel loro dialetto stretto ed incompresibile, e quando provavano a dire qualcosa in italiano, facevano tre errori di grammatica ogni due parole dette.....
Lorenzo
Moderator
Posts: 319
Joined: 16-Jun-02 7:01
Location: Prague

Postby Lorenzo » 22-May-06 16:48

Ragazzi, non so cosa centri in questo forum un discorso sul modo in cui degli operai napoletani parlano l'italiano, ma se queste persone non hanno avuto la dovuta istruzione credo che la colpa non sia proprio da imputare a loro…

Comunque vi è mai capitato di parlare con degli operai bavaresi o scozzesi? :lol:
onlinedrc
New Member
Posts: 2
Joined: 10-Jun-06 15:36
Location: Valencia, Spain

Postby onlinedrc » 10-Jun-06 15:42

Salve a tutti,

Sono un ragazzo spagnolo neolaureato in giornalismo. L'anno prossimo andrò a Praga a fare uno stage di 8-12 mesi, sono veramente felice che potrò vivere in una città così bella. L'anno scorso ho fatto l'erasmus a Modena, e appunto per questo scrivo questo messaggio in italiano. Il fatto è che mi piace tanto l'italia e l'italiano e quindi vorrei vivere a Praga con qualcun italiano, così potrei praticare la lingua e nn dimenticarla (anche se mi sa che dovrò imparare ceco... :S). Arriverò a Praga a metà settembre, e quindi comincierà la mia avventura ceca!!! Innanzitutto però dovrò cercare un appartamento. Quindi se qualcuno/a di voi viene anche a fare l'erasmus a Praga oppure uno stage o qualcosa dal genere, sarei lieto di conoscervi, e meglio ancora se volete compartire appartamento.

Tanti saluti dalla Spagna!!!

Carlos.
mobo2006
Member
Posts: 5
Joined: 11-Jun-06 14:49
Location: puglia

Postby mobo2006 » 11-Jun-06 14:59

cecco angiolieri... ti fregi di tal nobile nome, e poi "quando dai fiato alle trombe"...
forse sei tu che dovresti vergognarti della tua iNgnoranza, miserrimo iNgnorante, che iNgnori che il modo corretto per scrivere IGNORANTE è IGNORANTE e non INGNORANTE...
ma è ancor più triste il contenuto delle tue parole...anche se parlare di contenuto per qualcosa che suona vuoto e senza senso è solo un eufemismo.
e poi citi catullo, senza nessun senso, per darti un tono...
ah, e per concludere, è più elegante parlare di "disabili", o "diversamente abili", o "diversabili", piuttosto che di "handicappati". ma forse al nord siete immuni dal rispetto.
mobo
cecco angiolieri
Member
Posts: 50
Joined: 29-Feb-04 6:11
Location: Prague
Contact:

Postby cecco angiolieri » 12-Jun-06 3:52

ingnorano... si e' vero..... sono ignorante et deficio.... molto.... cmq(comunque) in inglese un tale errore ... in un post oppure in una chat viene definito mis-spelling (ho battuto il tasto due volte.... che Dio mi possa perdonare per cio' che ho digitato)

quanto al:

"Le cose sono due: o ci sono prof. (nella mia universit� alcuni lo facevano con gli studenti stranieri) che permettono ai ragazzi di prepararsi su libri nella propria lingua e di dare l'esame in inglese, oppure trattano gli studenti erasmus come degli handicappati e gli regalano dei 30 e lode senza che aprano bocca."

non era farina del mio sacco bensi una citazione del post precedente al mio.... ma ad ogni buon conto mi assumo la responsabilita' della mia mancanza di sensibilita' nei confronti della gia oltremodo bistrattata categoria dei disabili/diversamente abili (e chissa quali altri mille fantastici modi di definirli si troveranno per pulirsi la coscienza , giacche la maniera migliore per renderli "diversamente abili" a tutti gli effetti sarebbe quella di renderli in effetti non inabili a gran parte delle attivita che oggi e purtroppo anche domani rimarranno a loro inaccessibili)



P.S. devo dire che il vostro infervorarvi mi rende oltremodo contento.... e vorrei inoltre sottolineare che se non riuscite a sopportare il fatto che qualcuno ( non solo io statene pur certi) non la pensi come voi, beh... allora siete voi ad avere problemi ad adattarvi nel mondo, giacche' e' proprio in virtu della eterogeneita del pensiero che l'uomo ( genere umano, non vorrei mai mi si accusasse di maschilismo e sciovinismo visto che non cito le donne) si e' evoluto fino al punto cui siamo arrivati.
La conformita al pensiero comune che taluni vorrebbero da parte tutti e assolutamente tutti; il disprezzo, la denigrazione, la protervia e il terrorismo intellettuale che codeste persone ostentano li rende ai miei occhi non migliori dei talebani.

"Mi basta sentire qualcuno parlare sinceramente di ideale, di avvenire, di filosofia, sentirlo dire "noi" con tono risoluto, invocare gli "altri" e ritenersene l'interprete - perchĂŠ io lo consideri mio nemico -"
Emile Michel Cioran, Sommario di decomposizione, Paris 1949

IPSE DIXIT
Odi et amo. Quare id faciam, fortasse requiris.

nescio, sed fieri sentio et excrucior.



Gaius Valerius Catullus , Carmen LXXXV.



Che Dio ce la mandi bbona!



Cecco, tutte le volte che va al supermercato!
Lorenzo
Moderator
Posts: 319
Joined: 16-Jun-02 7:01
Location: Prague

Postby Lorenzo » 12-Jun-06 8:59

Scusami Cecco, ma quarda che qui quello che sembra far fatica ad "adattarsi al mondo" sei tu con la tua valanga di critiche al modo di vivere in Repubblica Ceca, Paese che comunque ti ospita...

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 0 guests