L'architettura ceca

Se i vostri messaggi non si addicono ad alcuno dei forum qui sopra, questo è il posto che dovreste visitare.

Moderators: Dana, Lorenzo

Ulisse
Senior Member
Posts: 570
Joined: 02-Feb-06 22:06
Location: Italia

Postby Ulisse » 30-Apr-09 21:31

Quello che mi fa rabbia e' che le persone che vedono ci sono ma nessuna risponde. Se date una occhiata al contatore delle visite questo topic ha avuto circa 150 visite. Ok, togliamo le nostre visite che hanno incrementato il numero. Credo comunque che almeno un centinaio di persone abbiano fatto una capatina qua, giusto?
Possibile che siano tutti senza dita, impossibilitati a schiacciare i tastini della tastiera? :D
Eh si, la pigrizia e' un morbo che sta dilagando sempre piu' nel nostro fantastico paese! :(
User avatar
martina72
Senior Member
Posts: 1048
Joined: 02-Apr-08 17:13

Postby martina72 » 01-May-09 17:31

x Pierre e Ulisse

meno male che ci siete voi!!!!!! :) grazie! Quando vi stuferete anche voi due di leggere i miei temini, ditemelo per favore così impegnerò il mio tempo libero per fare altre cose.

Cmq sono contenta lo stesso che anche qualcun altro legge....forse...
Ulisse
Senior Member
Posts: 570
Joined: 02-Feb-06 22:06
Location: Italia

Postby Ulisse » 01-May-09 20:29

Anche altri leggono questo argomento. Oggi infatti il numero di visite e' salito ad oltre 200. A meno che...non capitino tutti qua per sbaglio :D
Spero di no!!!
Comunque grazie 1000 per il tempo che dedichi al forum. Sono certo che gli argomenti di cui tratti siano utili (o saranno utili in futuro) a molte persone.
Voglio raccogliere il tuo appello e mettere un paio di foto che ho scattato a Praga. Beh, non sono il massimo. Anche perche' e' quasi impossibile di giorno isolare gli edifici dalla mischia dei turisti. Alla fini ti ritrovi palazzi e monumenti sullo sfondo e persone perfettamente sconosciute in primo piano. Per non parlare poi di automobili, camion,...
Beh...ecco le foto...se necessario, le pubblichero' in formato piu' grande.
Comunque credo che anche cosi' possano andare bene.

Image


Image
User avatar
martina72
Senior Member
Posts: 1048
Joined: 02-Apr-08 17:13

Postby martina72 » 01-May-09 20:43

direi che vanno benissimo.
servirebbe una foto del Monumento a Jan Hus, quello che si trova a Staromestske namesti
User avatar
pierre
Senior Member
Posts: 1120
Joined: 31-Jul-05 19:50
Location: italia

Postby pierre » 01-May-09 21:08

eccola, se notate, turisti non se ne vedono.......quei fiori alla base un pochino mi disturbano ma di meglio non sono riuscito a fare

Image


Image
Last edited by pierre on 07-Apr-10 20:26, edited 3 times in total.
User avatar
martina72
Senior Member
Posts: 1048
Joined: 02-Apr-08 17:13

Postby martina72 » 04-May-09 16:56

pierre wrote:in una delle foto di Ulisse appare uno striscione che porta il nome di JOSEF LADA.
Lada e' l' illustratori per libri x bambini più amato dai ceki.
State tranquilli, non ve ne parlerò.
Solo un illustrazione, tanto per rendersi conto dello stile.




E' vero!! Cos'era una mostra?
User avatar
martina72
Senior Member
Posts: 1048
Joined: 02-Apr-08 17:13

Postby martina72 » 04-May-09 17:35

Jan Kotěra 1871 - 1923

L’architetto e designer ceco Jan Kotěra nacque a Brno nel 1871. Dopo gli studi all’Istituto Tecnico Industriale a Plzen frequentò un corso di architettura all’Accademia di Belle Arti diretto da Otto Wagner a Vienna. Durante il periodo di studi conobbe molti futuri architetti di fama internazionale quali Josip Plečnik, Josef Hoffmann e Adolf Loos.
Nell’anno 1897 ricevette il premio Prix de Rome e rimase in Italia un anno per approfondire gli studi. Tornato a Praga, fu professore di architettura.

http://www.czechdesign.cz/index.php?sta ... 209&lang=9
Image

Jan Kotěra è considerato il fondatore dell’architettura ceca moderna. Le sue primissime opere furono realizzate ancora in stile secessionista, spesso arricchito con decorazioni ornamentali e tipiche del folclore. Fu l’autore del primo edificio in questo stile costruito a Praga, “Peterkův dům” in piazza S. Venceslao.

Successivamente abbandonò lo stile della Secessione e si avvicinò ad un concetto nuovo dell’architettura : il modernismo, stile influenzato fortemente dall’ architetto americano Frank Lloyd Wright. Iniziò a sperimentare nuove composizioni progettuali che applicavano l’idea del rinnovamento estetico dell’edificio e la ricerca dell’ottimizzazione di alcune sue funzioni, come quella abitativa. Gli edifici di Kotěra sono spesso asimmetrici ma con proporzioni equilibrate, sono caratterizzati dalla semplificazione degli spazi ma ricchezza delle forme, logica artistica e grande inventiva. Un segno tipico di riconoscimento e’ la facciata realizzata con mattoni a vista.

Gli edifici progettati da Jan Kotěra in questo stile architettonico sono principalmente alcune ville private ( ville di Trmal, Laichtr,Suchard e la sua a Praga, villa di Mácha a Bechyně), progetti delle tombe e alcuni lavori di design, inoltre progettò “La casa Comune” e il “Ponte praghese” a Hradec Králové. Uno dei suoi progetti più importanti fu la “Národni Dům”,(La casa nazionale) a Prostějov.

Národni Dům Prostějov
Image

Villa di Kotěra a Praga
Image

Il Ponte praghese a Hradec Kralove
Image


Kotěra fu anche un importante insegnante e maestro che ha formato intere generazioni di validi, giovani architetti cechi tra i quali per esempio František Gahura o Josef Gočár che è stato un importantissimo architetto cubista.

Nel 1911 Kotěra collabora al progetto della villa di un famosissimo imprenditore ceco, Tomáš Bata e questo significa per lui l’inizio di una fase importantissima nella sua carriera professionale.
Tomáš Bata, un nome conosciuto in tutto il mondo, fondò a Zlín il suo impero di calzaturifici. Nella città morava si trasferirono moltissime persone per lavorare negli stabilimenti Bata e l’imprenditore in qualità di sindaco concepì il progetto di costruire una “città ideale per i lavoratori felici”. Jan Kotěra ricevette a tal fine l’ incarico di supervisiore del progetto. Dato il crescente bisogno abitativo per gli operai, era necessario costruire un quartiere di piccole case a basso costo. Per Kotěra era già la terza volta che si poteva occupare di un tale progetto ma fu soprattutto a Zlin che potè applicare la teoria di città giardino che derivava dalle opere dell’architetto inglese Howard.
Il risultato fu un piano regolatore che coinvolgeva l’intero territorio comunale. Furono costruiti grandi quartieri abitatitivi forniti delle necessarie infrastrutture quali piazze, scuole, ospedali, ecc. Il progetto urbanistico successivamente fu portato avanti da uno degli allievi di Kotěra e nativo a Zlin, František Gahura, che progettò anche gran parte degli edifici di stile funzionalista presenti a Zlin. Anche se, in questo periodo databile a cavallo degli 30, furono largamente superate le previsioni di espansione urbanistica della nuova città di Zlin, Jan Kotěra rimase indubbiamente l’indiscusso ideatore e fondatore di questa innovativa reltà urbanistica .

http://www.praguepost.com/night-and-day ... shoes.html

Villa di Tomas Bata
Image

un quartiere di Zlin
Image
User avatar
pierre
Senior Member
Posts: 1120
Joined: 31-Jul-05 19:50
Location: italia

Postby pierre » 04-May-09 18:39

per ora mi soffermo a parlare solo delle casette rosse. Sono incredibili, queste case hanno un tetto piatto, tipico da architettura mediterranea piuttosto che da Europa Centrale. In inverno non c'era qualche problema con la neve che si accumulava e ti domando esisteva un camera d'aria fra il tetto piatto e l' unità abitativa sottostante ?
E' la prima volta che vedo tetti piatti in Europa Centrale.
Last edited by pierre on 07-Apr-10 20:33, edited 2 times in total.
User avatar
martina72
Senior Member
Posts: 1048
Joined: 02-Apr-08 17:13

Postby martina72 » 05-May-09 11:10

I tetti piatti in RC sono abbastanza comuni, soprattutto le villette a schiera oppure i condomini costruiti negli anni 80/90 hanno spesso i tetti piatti. Il vantaggio principale di questa soluzione sono i costi. E infatti avevo scritto che l casette di Bata erano a basso costo. Ma non tutte avevano il tetto piatto, esiste anche la versione con il tetto spiovente.
La neve è certamente uno dei problemi per questi edifici, ma non tanto per il peso che la struttura deve sopportare ( durante la progettazione si calcola il carico che il tetto deve sopportare) quanto per il fatto che la neve rimane accumulata sul tetto per tanto tempo. Subendo grandi sbalzi di temperatura che abbiamo in RC si scioglie e congela continuamente e rovina il rivestimento. La conseguenza (che purtroppo vale per la magior parte di tetti piatti) sono le infiltrazioni di acqua, le crepe sui soffitti, le muffe.
User avatar
pierre
Senior Member
Posts: 1120
Joined: 31-Jul-05 19:50
Location: italia

Postby pierre » 05-May-09 17:19

eh si, anche i problemi che citi tu , lo scioglimento della neve etc etc, non doveva essere problema da poco.
Comunque questo quartiere non e' da poco, Bata organizzando la sua fabbrica in questa regione richiamò un sacco di gente che proveniva da altre territori e quindi necessitava di un posto dove poter abitare.
Last edited by pierre on 07-Apr-10 20:40, edited 3 times in total.

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 0 guests