Il Castello di Praga (Pražský hrad)

Per favore visitate hrad.cz per il orario di apertura e biglietti.

Storia

Il Castello di Praga (Pražský hrad) é stato fondato intorno all'880 dal principe Bořivoj della dinastia dei Přemyslidi. Il primo edificio in pietra ad essere eretto all'interno dell'area del castello fu la Chiesa della Vergine Maria della quale si possono ora vedere solo alcuni resti. Nel X secolo, venne fondata la Basilica di San Giorgio e nel castello si instauró il primo convento ceco, il convento di San Giorgio che ora ospita una galleria. San Vito Rotunda, anche lei risalente al X secolo, venne sostituita dalla Basilica di San Vito nell'XI secolo e si trova dove ora sorge la Cattedrale di San Vito.

A partire dal X secolo, il Castello di Praga divenne prima la sede dei principi di Boemia e piú tardi dei re. Fu inoltre sede vescovile.

Il Castello di Praga ha attraversato uno dei suoi momenti di massimo splendore durante il regno di Carlo IV (1346-1378) quando divenne sede del Sacro Romano Impero. Il Palazzo Reale venne riedificato, le fortificazioni rafforzate e fu dato inizio alla costruzione della Cattedrale di San Vito seguendo lo stile della cattedrali gotiche francesi di quel tempo.

L'espansione del castello continuó durante il regno di Venceslao IV, figlio di Carlo IV, ma le guerre Hussite (1419-1437) e l'abbandono al quale il castello fu lasciato negli anni che seguirono ne causarono il deterioramento.

Il Re Vladislavo Jagellone si trasferí al castello dopo il 1483 e l'intero complesso riprese a crescere. Vennero costruite nuove fortificazioni e nuove torri di guardia (la Torre delle Polveri, la Nuova Torre Bianca e la Torre di Dalibor). Il Palazzo Reale venne ulteriormente rimodellato e fu aggiunta la grandiosa Sala Vladislao, una delle prime dimostrazioni di stile rinascimentale nelle terre ceche.

Quando la dinastia degli Asburgo salí al trono di Boemia nel 1526, lo stile rinascimentale aveva raggiunto il suo culmine in Europa. La sede del potere venne spostata a Vienna ed il castello di Praga servi principalmente a fini ricreazionali. Nel XVI secolo vennero costruiti il Giardino Reale al quale si aggiunsero altri luoghi di divertimento come il Belvedere e la Sala della Palla Corda. La Cattedrale ed il Palazzo Reale subirono delle modifiche e vennero costruiti nuovi edifici residenziali ad ovest del Vecchio Palazzo Reale.

La riscostruizione del Castello toccó il suo culmine durante il regno di Rodolfo II, Sacro Romano Imperatore che divenne Re di Boemia nel 1575 riportando la sua corte a Praga. Il suo desiderio era quello di trasformare il Castello in un elegante centro del potere che avrebbe attratto a se artisti stranieri, scienziati e diplomatici. L'ala nord del Palazzo e la Sala Spagnola furono aggiunte allo scopo di ospitare le vaste collezioni d'arte e scientifiche dell'imperatore.

La Defenestrazione di Praga del 1618 inizió un lungo periodo di guerre durante il quale il Castello di Praga venne danneggiato e saccheggiato, fungendo raramente da sede del potere.

L'ultima grande ricostruzione del Castello si ebbe nella seconda metá del XVIII secolo quando il complesso assunse uno stile residenziale. Il centro del potere rimase comunque a Vienna ed il Castello continuó a deteriorasi.

Nel 1848 l'imperatore Ferdinando V si trasferí al Castello di Praga. La Cappella della Santa Croce nella Seconda Corte venne ricostruita mentre la Sala Spagnola e la Galleria di Rodolfo vennero rimodellate.

Con la caduta dell'Impero Austro-Ungarico nel 1918 il Castello di Praga accolse il primo presidente della Cecoslovacchia indipendente, Tomáš Garrigue Masaryk. Le necessarie modifiche furono commissionate all'architetto sloveno Josip Plečnik. La costruzione della Cattedrale di San Vito fu terminata nel 1929.

Dopo il 1989, molte aree del Castello, Giardino Reale, Sala della Palla Corda, giardini meridionali e Stalle Imperiale incluse, furono rese accessibili al pubblico per la prima volta nella storia. Oggi, il Castello di Praga é la sede del presidente ceco ed il piú importante monumento culturale nazionale della Repubblica Ceca. Numerosi oggetti d'arte dal valore inestimabile, documenti storici e i gioelli della corona di Boemia sono qui custoditi.

Come arrivarci

Il Castello di Praga puó essere raggiunto a piedi o con il tram. Se preferite camminare, potete scegliere tra diverse opzioni:

Via Nerudova - risalite la pittoresca (e piuttosto ripida) Nerudova da Malostranské náměstí e giunti in cima voltate decisamente a destra verso Ke Hradu. Vi ritroverete di fronte all'entrata principale del Castello.

Scalinata del Castello (Zámecké schody) - salite la Nerudova partendo da Malostranské náměstí e svoltate poi subito a destra su Zámecká. Voltate quindi a sinistra per salire lungo i romantici scalini che vi condurranno al Giardino del terrapieno (Zahrada na Valech).

Vecchia Scalinata del Castello (Staré zámecké schody) - gli scalini iniziano in prossimitá della stazione della metropolitana di Malostranská e vi porterannó all'inizio di Jiřská. Sarete premiati con una delle piú belle viste di Praga.

 
Vecchia Scalinata del Castello

Prendere il tram vi risparmierá l'arrampicata sulla collina o gli scalini, ed il viaggio é molto suggestivo. Prendete li tram 22 (ad es. da Národní třída o dalla stazione della metro di Malostranská) e scendete ad una di queste fermate:

Belveder - Se scendete qui, potete iniziare la visita con il Giardino Reale, il Belveder e la Sala della Palla Corda, potrete poi attraversare il ponte del Fossato dei Cervi per raggiungere la Seconda Corte.
Nota: Il Giardino Reale e il Fossato dei Cervi sono chiusi da Novembre alla fine di Marzo.

Pražský Hrad - Scendete qui se volete iniziare dalla Seconda Corte.

Pohořelec - Scendere qui vi permetterá di camminare fino al Castello attraverso Hradčany ed arrivare all'entrata principale. Probabilmente questo é il percorso piú piacevole.

Un suggerimento é quello di prendere il tram fino su al Castello e poi tornare a piedi una volta terminata la visita.

Fonte: hrad.cz