La filmografia ceca

Per discutere di usi e costumi, tradizioni, festività e libri cechi, e dello stile di vita ceco.

Moderators: Dana, Lorenzo

User avatar
martina72
Senior Member
Posts: 1048
Joined: 02-Apr-08 17:13

Postby martina72 » 07-Oct-10 10:01

Jan Svankmajer: "Spiklenci slasti è la mia opera più personale. La creatività e la sessualità sono i vasi comunicanti, due valvole di sfogo su un’unica caldaia."
User avatar
martina72
Senior Member
Posts: 1048
Joined: 02-Apr-08 17:13

Postby martina72 » 08-Oct-10 20:36

pierre wrote:FIMFARUM
Anno 2002
REGIA di Aurel Klimt e Vlasta Pospísilová


Image


“Fimfárum di Jan Werich” è un film di animazione, diviso in cinque storie indipendenti, ognuna delle quali trae origine da un racconto popolare ceco.
Il primo, "Quando le foglie cadranno dalla quercia" racconta di come un contadino ubriacone fa un patto con il diavolo e come successivamente l'uomo mette nel sacco il diavolo La seconda, "Frankie senza paura”, racconta come il padre di un giovane uomo che non sa cosa sia la paura, tenti di organizzare per il figlio una notte in una taverna dove gli spiriti dei morti si riuniscono per giocare. Il terzo, "L’ avara Barbara", descrive la storia di una donna affetta da una terribile avarizia e l’ equivoco di un apparente omicidio e di come tutti cerchino di uscirne fuori senza esserne coinvolti . Il quarto, "Un sogno che si avvera”, parla di un anziano agricoltore che sperpera i suoi soldi giocando alla lotteria, l'ultimo racconto, "Fimfárum", è la storia di un fabbro che ha una moglie infedele e che è costretto a eseguire una serie di impossibile compiti.
Tutte le cinque storie hanno come protagonisti delle marionette e il mezzo di animazione impiegato è la stop motion. I pupazzi utilizzati sono tutti delle meravigliose creature che sanno creare attorno a loro un aurea di magicità e quindi dar vita ad un atmosfera di profondo interesse nello spettatore. Le loro caratteristiche antropomorfe rispecchiano e sottolineano il significato del racconto: alcune evocano un senso di bellezza, altre dolce bontà familiare, altre sono deformi ed altre ancora sono evocatrici di paura e terrore. Altrettanto interessante ed affascinante è lo scenario in cui le storie si ambientano, stupisce l’ accuratezza delle ricostruzioni ambientali, a momenti sono estremamente precise e dettagliate altre volte stilizzate e quindi evocative; il tutto contribuisce a creare un atmosfera estremamente godibile che permette ai racconti di correre veloci.
Non tutti e cinque i racconti sono ben riusciti nel loro compiutezza, personalmente ho apprezzato tantissimo il primo (Quando le foglie cadranno dalla quercia)
dove l’ arguzia del protagonista e l’ incredibile scena della cura disintossicante praticata dai diavoli al povero protagonista alcolizzato non possono non affascinare chi lo guarda. “Frankie senza paura”
è interessante per certi aspetti macabri che contiene e che danno un bel tocco di umorismo nero al racconto.
Altrettanto carino è l’ ultimo “Fimfarum”,
dove una maggiore complessità della storia è ben resa sia dagli aspetti caricaturali dei personaggi sia dal succedersi degli eventi.
Il dvd ha i sottotitoli in italiano e questo non è un fatto molto comune, anche se devo dire che i sottotitoli non sono così importanti per comprendere lo svolgimento delle storie.


Finalmente l'ho visto e devo dire che mi è piaciuto molto, mi sono proprio divertita :P
Stavo pensando, che dovremmo approfondire questo l'argomento dei film d'animazione in un topic separato, che ne dici, Pierre? :D
User avatar
martina72
Senior Member
Posts: 1048
Joined: 02-Apr-08 17:13

Postby martina72 » 28-Oct-10 13:16

pierre wrote:I COSPIRATORI DEL PIACERE

Titolo originale: Spiklenci slasti
Dati: Anno: 1996,
Genere: filosofico esistenziale in chiave allegra
Regia: Jan Svankmajer

Cast: Petr Meissel, Gabriela Wilhelmová, Barbora Hrzánová, Anna Wetlinská, Jirí Lábus, Pavel Nový


Image

La riscoperta del tatto e sperimentazioni al riguardo. Svankmajer e il gruppo surrealista praghese decisero di riscoprire questo senso e partirono da esperimenti fatti già dal futurista italiano Marinetti. Svankmajer fu intrigato da questo argomento perché ha sempre definito il tatto come uno dei sensi più trascurato. Quindi nel mezzo degli anni 70 Svankmajer diede il via ad esperimenti collettivi del gruppo surrealista praghese per arrivare nel 1978 ad uno studio denominato “Perversione per i 5 sensi”. Le riflessioni scaturite dai sopraccitati esperimenti daranno quindi origine al film SPIKLENCI SLASTI; lo stesso Svankmajer ha definito questo film come il più surrealista dei suoi film. Questa pellicola è estremamente particolare in quanto è un film erotico ma completamente privo di scene di sesso (questo lo dico per smorzare la vostra irrefrenabile curiosità nata dal sentir parlare di piacere e perversioni.....;-)).
E’ un film abbastanza complesso e tratta una tematica che sicuramente lo spettatore non si attende. A conoscenza mia, non conosco un film che abbia trattato tale tematica e vi assicuro che ci vuole un pochino di tempo per entrare nelle tematica e riuscire a seguirla.
Il film è ambientato a Praga, in epoca contemporanea e i personaggi che lo popolano sono: un edicolante, una postina, un ispettore di polizia, una annunciatrice televisiva e infine due abitanti di un condominio. L’ attività principale dei personaggi è quella di preparare con cura e meticolosità gli strumenti che permetteranno loro di soddisfare la perversione preferita. I gusti erotici dei personaggi sono altamente particolari ed estremamente personali:
La postina ama fare delle palline di mollica di pane ed è usa infilarle nelle narici e nelle orecchie prima di addormentarsi per poter poi espellerle il giorno dopo al risveglio.

Image

L’ edicolante, innamorato dell’ annunciatrice tv, traffica con valvole e transistor per dar vita ad un macchinario elettromeccanico che può collegare alla tv e quindi utilizzarlo durante le apparizioni della giornalista.
L’ ispettore della polizia inventa strumenti tattili (tipo un matterello con una parte provvista di chiodi e l’ altra di piume da utilizzare come stimolatore corporeo.

Image

I due condomini sono invece impegnati nella costruzione di feticci, rappresentanti l’ un l’ altro, da utilizzare in una cerimonia erotica che può ricordare una specie di rito voodo.

Image

La tesi presente in questo film vorrebbe farci comprendere che l’ uomo deve disporre della più totale libertà; a partire dalla ricerca dei gusti e delle passioni erotiche che siano in grado di soddisfarlo completamente e per liberarsi dai condizionamenti che vengono imposti all’ uomo sin dall’ infanzia. Il film fa riferimento al basilare principio freudiano che l’ educazione è strumento del principio di realtà mentre l’ arte è frutto del principio del piacere. Questi due principi essendo antitetici tra loro, quindi in completa opposizione, tendono ad invischiare l’ uomo in una ragnatela di pregiudizi e sensi di colpa che sono difficili da abbattere per raggiungere un effettiva libertà. Nel pensiero surrealista uno degli elementi cardine è proprio la psicanalisi quindi non ci deve stupire che questo pensiero freudiano sia l’ elemento base del messaggio che Svankmajer vuole inviare.
Il film dato i presupposti teoretici che affronta è parecchio interessante; l’ ho trovato divertente in molte scene. Sicuramente, quello di questo film è un argomento difficile, nel suo ambito particolarmente curiosi e divertenti sono certi marchingegni che i poveri cospiratori sono capaci di inventarsi e poi realizzare. Credo che lo spettatore sarà estremamente incuriosito dallo svolgersi del pensiero di Svankmajer che ancora una volta dimostra una notevole originalità nella conduzioni di tematiche che non sono di immediata realizzazione.


Ho visto il film.
NON HO PAROLE!! :shock: Svankmajer è un genio, è fuori di testa!! :D Fantastico!
User avatar
pierre
Senior Member
Posts: 1120
Joined: 31-Jul-05 19:50
Location: italia

Postby pierre » 28-Oct-10 14:35

Svankmajer è indubbiamente geniale, non è facile trovare un regista così estroverso; sono molto compiaciuto che questo film ti sia piaciuto :lol:
User avatar
martina72
Senior Member
Posts: 1048
Joined: 02-Apr-08 17:13

Postby martina72 » 28-Oct-10 16:00

Sì, mi è piaciuto molto. Nel film praticamente non esiste una trama, una storia, ci sono solo sti personaggi apparentemente normali, ma tutti con i problemi di socializzare, direi, che inventano cose incredibili per soddisfare i propri bisogni sessuali, cavoli, ci vuole fantasia per inventare certe cose !! :D
Non ho capito, però, se tra di loro esiste una complicità segreta oppure è tutto casuale.
User avatar
pierre
Senior Member
Posts: 1120
Joined: 31-Jul-05 19:50
Location: italia

Postby pierre » 28-Oct-10 17:37

io non ho potuto apprezzare il dialogo originale, mi sono dovuto accontentare dei sottotitoli in inglese, quindi mi sono perso una parte non trascurabile del film e non mi sono potuto rendere conto se nelle tonalità dei loro brevi discorsi ci fosse qualcosa che potesse far sospettare la loro appartenenza ad una specie di club. Secondo me loro trasmettono un qualcosa per cui, quando s' incontrano casualmente, si rendono conto che fanno parte di una specie di congrega che è dedicata alla ricerca del piacere e che qualcosa di profondo li accomuna ma poi tutto finisce lì. Lo sguardo dei personaggi si vivacizza un momento quando hanno modo di incontrarsi casualmente ma poi non c'e' parola che possa farli sembrare dei complici 8)
D' altra parte le loro sfere di ricerca sono estremamente individuali e non hanno alcun punto di contatto o verisimiglianze quindi sono persone costrette all' individualismo più totale. Si scivolano affianco soltanto.
Io propendo per la casualità.
User avatar
martina72
Senior Member
Posts: 1048
Joined: 02-Apr-08 17:13

Postby martina72 » 28-Oct-10 22:38

Mah...i dialoghi non sono assolutamente importanti. Non ti sei perso niente.
Hai visto qualche altro film recentemente?
User avatar
pierre
Senior Member
Posts: 1120
Joined: 31-Jul-05 19:50
Location: italia

Postby pierre » 29-Oct-10 7:11

Ho visto AKUMULATOR 1 di Jan Sverak, appena posso ne parlerò un po'. E' un film sociofantascientifico interessante. Se tu lo conosci puoi dirci qualche tua impressione.
tata
Senior Member
Posts: 130
Joined: 22-Jul-08 12:23
Location: italia

Postby tata » 07-Apr-11 10:06

buongiorno a tutti, mi permetto di lasciare un link relativo ad una iniziativa che si svolge a Bologna
http://informa.comune.bologna.it/iperbo ... 0/id/42868
cinzia
User avatar
martina72
Senior Member
Posts: 1048
Joined: 02-Apr-08 17:13

Postby martina72 » 07-Apr-11 14:40

tata wrote:buongiorno a tutti, mi permetto di lasciare un link relativo ad una iniziativa che si svolge a Bologna
http://informa.comune.bologna.it/iperbo ... 0/id/42868


Ciao Cinzia! Grazie per questa info!! Mi dispiace solo di essere troppo lontana :(

Come va la vita, sei andata ancora a Praga?

Who is online

Users browsing this forum: No registered users and 1 guest